Corrado Tocci

Menù

ACAI

Dai documenti approvati al termine del Concilio Vaticano II emergeva sempre più la necessità di ridare spazio al laicato rilanciando una presenza animatrice della Chiesa nei Movimenti e nelle Associazioni di ispirazione cristiana, importante fu il primo convegno tenuto a Roma su “Evangelizzazione e Promozione Umana”.

Nel quadro della presenza animatrice dell’ispirazione cristiana nel mondo del lavoro l’artigianato rappresentava il modello più vicino alla tradizione visto che spesso coinvolgeva tutta la famiglia nella sua conduzione.

L’Associazione Cristiana Artigiani Italiani nella prima metà degli anni ’70 aveva perso il suo ruolo sociale ed era stata relegata ad un ruolo più di Confraternita che di Organizzazione capace di partecipare alla costruzione della nuova società che avanzava.

Occorreva rifondare l’ACAI per adeguare il suo ruolo ai cambiamenti in atto. Mons. Fernando Charrier, Direttore nazionale dell’ufficio “Pastorale mondo del Lavoro” della CEI, assunse in prima persona l’incarico di Consulente Ecclesiastico dell’ACAI e di concerto con il neo-eletto Presidente on. Vincenzo Pavone, nel congresso tenutosi all’hotel MIDAS di Roma, definirono il nuovo ruolo che l’ACAI avrebbe portato avanti nella società italiana a difesa dell’artigianato e dell’impresa familiare.

Alla Segreteria nazionale venne nominato Corrado Tocci.

 

 


A.C.A.I.

Richiesta Info