Corrado Tocci

Menù

image

I.R.S.T.

IRST

L’ I.R.S.T. è un istituto senza fine di lucro costituito in Roma nel 1987 ed operante nel campo della ricerca e della formazione professionale.

L’istituto è nato riunendo esperienze scientifiche, produttive e societarie diverse intorno ad un nucleo di docenti e professionisti con esperienze pluriennali nei diversi settori operativi.

Questo osmosi ha permesso di dare vita ad una struttura di dimensioni e di potenzialità adeguate alla richiesta di mercato.

L’ I.R.S.T. offre un patrimonio di conoscenza, di esperienza e di ricerca garantendo efficienza ed affidabilità.

 

1. - Costituzione

L’I.R.S.T. è sorto riunendo esperienze scientifiche, produttive e sociali, intorno ad un gruppo di docenti universitari e di professionisti, italiani e stranieri, con esperienze pluriennali nei diversi settori. L’elemento unificante è stato la comune esperienza fatta in Organizzazioni che operano nel mondo del lavoro.

L’ I.R.S.T. svolge la sua attività attraverso la Ricerca e la Formazione.

I settori di interesse sono i seguenti:

1.     Attività Produttive

2.     Energia

3.     Ambiente

4.     Beni Culturali

5.     Informazione

6.     Turismo e Tempo Libero

7.     Innovazioni

8.     Nuove Professioni

 

2. - Obiettivi

L’I.R.S.T. si propone la diffusione della conoscenza e dell’informazione proponendo, favorendo ed incentivando tutte quelle iniziative che hanno per scopo la promozione sociale ed economica dell’uomo.

Considerato che l’evoluzione della società è collegata alle trasformazioni che interessano il terziario, l’I.R.S.T. con studi e ricerche, favorisce i processi, nella produzione e nei servizi, collegati alle innovazioni che tendono ad individuare nuovi modelli economico-sociali; ed in particolare:

1.   Studia e promuove tutte quelle iniziative che hanno per scopo: la diffusione della cultura e dell’informazione; la moltiplicazione dei servizi sociali e di assistenza per le fasce più deboli ed emarginate della popolazione; per contribuire alla crescita di una società più giusta;

2.     Studia e promuove tutte quelle forme di terziario produttivo che favoriscono la redistribuzione del reddito e creano nuove occasioni di lavoro;

3.     Studia e promuove tutti quegli aspetti del terziario che tendono a superare gli egoismi nazionali e a favorire lo sviluppo dei Paesi emergenti;

4.   Studia e promuove tutte quelle iniziative che elevano la professionalità degli operatori, eliminano lo spreco, il parassitismo e tutte le forme di privilegio;

5.     Studia e promuove tutte quelle forme partecipative collegate al decentramento delle funzioni dello Stato;

6.     Organizza momenti formativi/informativi per quadri politici, sindacali, amministrativi ed educativi;

7.     Studia e promuove l’associazionismo tra le imprese per migliorare la loro potenzialità produttiva

3. - Progetti Significativi Realizzati

3.1. - Ricerca.

Per conto del Ministero del Lavoro:

1.     Servizi alle imprese artigiane per la gestione aziendale, l’accesso ai sostegni finanziari e la conoscenza della domanda di beni e servizi”. In previsione dell’apertura delle frontiere e della conseguente liberalizzazione dei mercati del 1992 ci si poneva l’obiettivo di verificare se il nostro sistema produttivo, in special modo quello artigiano, fosse in grado di competere con quello degli altri Paesi europei e se il sistema italiano nel suo complesso, sia per la parte servizi da erogare alle imprese, che per la parte formazione degli operatori da inserire nei servizi, fosse in grado di garantire alle PMI i servizi indispensabili per farle rimanere in una economia di mercato;

2.     “Azioni positive con carattere formativo per l’occupazione femminile nelle piccole imprese e nelle aziende artigiane”. Collegata a tutte le problematiche sulle Pari Opportunità;

3.     Ano studio, parte integrante di un Corso post-laurea, collegato alle problematiche ambientali ed ai conseguenti servizi che sarebbero stati richiesti, a breve termine, dal mercato.

3.2. - Formazione

3.2.1. - Formazione Continua:

Tenuti circa 20 corsi a imprenditori e dipendenti sulla sicurezza e sulla qualità.

3.2.2.     – Formazione post-diploma e post-laurea

Attività Significativa Svolta:

Dal il 1988 ad oggi sono stati realizzate tutta una serie di Azioni Formative rivolte soprattutto a Giovali Laureti e Diplomati, articolati per Settore di intervento e partner.

Settore Attività Produttive

1.     Corsi per formare dei giovani in possesso di un profilo professionale funzionale alle nuove esigenze delle imprese.

2.     Partner:

a.     A.P.A. Associazione Provinciale Artigiani di Como

b.    Idearco srl

c.     CONFIA - Consorzio Fidi di Como

 

Settore Nuove Tecnologie

1.     Corsi per laureati e diplomati relativi alle nuove applicazioni hardware e software.

2.     Partner:

a.     AUTODESK - Surrey - UK

b.     British Aerospace Defence, Military AirCraft Division - Preston - UK

c.     Philo’s Structured Learning - Manchester - UK

d.     The Ifocheck Grop Ltd - Manchester UK

e.     Employment Departement -  Sheffield - UK

f.      The Taylor Young Chartered Architects - Manchester – UK

 

Settore Beni Ambientali

1.         Corsi collegati alla istituzione dei Parchi e delle Riserve nella Regione Sicilia

2.         Partner:

a.         Parco nazionale d’Abruzzo

b.         Parco nazionale del Circeo

c.         Riserva naturale Tevere-Farfa

 

Settore Beni Culturali

1.   Beni Culturali: è uno dei settori portanti dell’attività dell’Istituto. Tutte le azioni Formative di questo settore hanno fatto parte del progetto europeo sulle pari opportunità IRIS.

2.   Partner:

a.  Laboratori di Chimica dei Musei Vaticani - Roma

b.Laboratorio di restauro del Museo del Louvre - Versailles - F

c.  Laboratorio della Tate Gallery - Liverpool - UK

d.Laboratori dell’istituto Centrale di Restauro - Roma

e.  Laboratori dell’Opificio delle Pietre Dure - Firenze

f.  Laboratori di Restauro della Wolker Art Gallery - Liverpool - UK

g.Laboratori di Restauro del North West Museum Service - Blackburn - UK

h.  Laboratori di restauro della Galleria d’Arte Antica - Palazzo Barberini - Roma

i.   Laboratorio di Restauro della Galleria d’Arte moderna -  Roma

j.       Cantiere di Restauro della “Maestà” di Simone Martini - Palazzo Comunale - Siena

k.  Laboratori Restauro del Museo Nazionale della Fotografia - Bradfor - UK

l.   IESA - Institut Superieur d’Etudes des Arts - F

 

Settore Innovazioni

1.    Questo comparto ha potuto contare sul sostegno tecnico-scientifico di Professori delle Università italiane di Palermo e Messina, delle Università tedesche di Bonn e Berlino, di Ingegneri dell’ITALTEL, del Prof. Oleg Guerassimov delle università di Odessa e Kiev.

2.     Partner:

a.     Ericsson Components AB - Kungens Kurva - S

b.    Computer Products - UK

c.     Microparts - Dortmund - D

d.    IMM Institut fur Mikrotechnik - D

e.     IBM - Deutschland Speichersysteme Gmbh - D

f.     Settore Energie Alternative:

g.    Nell’ambito dei Progetti Comunitari P.I.M. – Progetti Integrati Mediterranei, sono state avviate due distinte azioni formative, una    per laureati l’altra per diplomati, nell’ambito dello stesso progetto.

h.     Corso per “Progettisti impianti energie alternative “

i.      Corso per “Tecnici impianti energie alternative “

j.      Gli stage si sono svolti presso:

k.     C.S.R.A.F.A. - Centro Siciliano per le Ricerche Atmosferiche e di Fisica dell’Ambiente

l.      ECN - Netherlands Energy Research Foundation - Petten - H

m.   PEN - Società per la produzione e la distribuzione di energia elettrica nel nord dell’Olanda

n.     Impianto eolico per la produzione di energia elettrica di Slootdrop - H

o.    Impianto eolico di Enkhuizen - H

p.    Windpark - Lelystad - H

q.    Fondazione del museo del Mulino a vento - Schermerhorn - H

r.      Università di Bonn, Dipartimento di Fisica Ambientale 

s.     KSFA -Julich Centre - Colonia - D

 


I.R.S.T.

Richiesta Info