Corrado Tocci

Menù

image

Operai specializzati attrezzisti per macchine a controllo numerico

Operai specializzati attrezzisti per macchine a controllo numerico

OBIETTIVI DEL CORSO

Il corso in parola, ha avuto come obiettivo la formazione di giovani in grado di essere inseriti in una moderna azienda metalmeccanica, in un'azienda cioè, che utilizza nel proprio processo produttivo macchinari ed attrezzature al passo con i più sofisticati dispositivi che la moderna tecnologia ha messo a disposizione dell'industria. L'impostazione che è stata data è di tipo multidisciplinare che, pur mantenendo fissi gli obiettivi di finalizzazione prettamente metalmeccanici, consentisse ai giovani l'apprendimento di tutte quelle nozioni basilari necessarie a far affrontare e comprendere unità di produzione complesse come quelle gestite da sistemi informatici. Durante tutto lo svolgimento del corso è stata posta particolare cura ed attenzione alla formazione nei giovani di una coscienza industriale, considerato che per estrazione e mentalità ne erano del tutto privi. Le lezioni teoriche hanno lasciato ampio spazio allo studio delle macchine utensili ad asportazione di trucioli e non. Sono state prese in esame dapprima le macchine convenzionali, che per la loro semplicità meglio si prestano alla comprensione del principio di funzionamento e delle modalità di lavoro, e successivamente le macchine più complesse quali quelle a controllo numerico. Lo studio di quest'ultime è stato preceduto da lezioni di informatica che hanno fornito agli allievi le nozioni di base, indispensabili a comprendere le modalità di controllo e funzionamento di tali unità produttive. Sono stati ampiamente trattati tutti i procedimenti di saldatura utilizzati dall'industria, dalle tradizionali saldature ossidriche e ossiacetileniche alla saldature elettriche ad arco, arco sommerso, e ai più attuali e sofisticati sistemi che bene si prestano ad essere inseriti in contesti produttivi ad alto grado di automazione come la saldatura in atmosfera protettiva (mig, mag, tig) la saldatura elettrica a pressione. Brevi cenni sono stati fatti sulla saldatura robotizzata.

Nella seconda parte del corso gli allievi hanno potuto mettere in pratica quanto appreso teoricamente. 

Le lezioni pratiche di saldatura hanno infatti, consentito loro di apprendere la tecnica e di acquisire una sufficiente manualità nell'esecuzione di giunzioni saldate. Le esercitazioni eseguite hanno trattato sia la saldatura elettrica ad arco che la saldatura mig, mag, tig. Le lezioni pratiche alle macchine utensili sono state condotte mirando soprattutto a far acquisire agli allievi capacità e destrezza nelle svariate lavorazioni meccaniche. Le esercitazioni, pertanto, si sono basate sull'uso delle macchini utensili più formative per la loro versatilità e molteplicità di lavorazioni consentite, come il tornio, la fresatrice. 

Erano state programmate anche delle esercitazioni su macchine a controllo numerico da effettuare presso la ditta SICIL.SIL. tuttavia, poiché la suddetta ditta non è riuscita, come da programma, ad entrare in pre-produzione nel periodo di svolgimento del corso le stesse non hanno avuto luogo. Approfittando, però, delle prove di collaudo eseguite dai tecnici delle case produttrici nonché dal personale della SICIL.SIL. si è illustrato dettagliatamente il funzionamento, le fasi di registrazioni e di preparazione di tali tipi di macchinari. Gli allievi hanno seguito con interesse ed attiva partecipazione tutto lo svolgimento del corso acquisendo una preparazione sia teorica che pratica di apprezzabile livello che sicuramente costituirà un valido supporto per il loro inserimento in azienda.


Si ringrazia per la collaborazione, il personale e le attrezzature messeci a disposizione dalla Dottoressa Bongiorno, preside dell'Istituto Professionale di Stato E. Medi di Palermo


Richiesta Info